Un marziano alle Poste di Roma

Categorie

Ufficio Postale di Roma Belsito. Presi dalla frenesia delle feste, i romani aspettano da tre ore per compiere una rapidissima operazione allo sportello. File che non scorrono mai e gente in piedi, perché non bastano i posti a sedere. Una donna grassoccia, con una lunga gonna rossa che lascia intravedere le caviglie gonfie, tiene in braccio un piccolo cane marrone. Un bambino, seduto in un angolo, piange, mentre un uomo appoggiato al muro, preso dalla noia, pulisce di continuo i suoi lucidi occhiali da sole.

*    *    *

Dal marsupio di un giovane, un cellulare diffonde Last Christmas di George Michael. Continui litigi. Poco fa, un anziano ha minacciato “te sfonno er vetro” e l’impiegata ha risposto “te chiamo la poliziaaa!”. Ecco! Questo è un ufficio postale romano. E poi pensi alla pubblicità che Poste italiane mandava in TV poco tempo fa: un robottino marziano, evidentemente depresso, che stregato da “umanità”, “correttezza” e “calore”, vorrebbe essere assunto alle poste. Mah. Torna su Marte, che è meglio.

Fernando Gallone

Per donare a L’Universale clicca qui.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*