Una donna nel governo di Roosevelt

Categorie

Centotrentanove anni fa, il 10 aprile 1880, nasceva a Boston Frances Perkins, la prima donna ad essere nominata per un posto governativo negli Stati Uniti d’America. 

Frances Perkins nacque a Boston il 10 aprile del 1880, in piena Belle Époque. Si laureò al Mount Holyoke College nel 1902 e per alcuni anni fu insegnante e assistente sociale. Lavorò brevemente con Jane Addams alla Hull House di Chicago e in seguito riprese i suoi studi, prima alla Wharton School of Finance and Commerce della University of Pennsylvania e poi alla Columbia University, dove conseguì un master in economia sociale nel 1910. Da quell’anno fino al 1912 fu segretaria esecutiva della Consumers League di New York. In quella posizione esercitò pressioni significative per migliorare i salari e le condizioni di lavoro, in particolare per donne e bambini. Dal 1912 al 1917 è stata segretaria esecutiva del Comitato per la sicurezza di New York e dal 1917 al 1919 direttore esecutivo del Consiglio dell’Organizzazione per il servizio militare di New York, e nominata membro della Commissione industriale statale dal governatore Alfred E. Smith. Nel 1923 divenne membro del consiglio industriale statale, di cui fu presidente a partire dal 1926.

*   *   *

Il successore di Smith, Franklin D. Roosevelt, nominò Perkins commissario industriale statale nel 1929. Era, sia prima che dopo l’inizio della Grande Depressione degli anni ’30, una forte sostenitrice delle lotte delle classi lavoratrici contro la disoccupazione e sulla stretta vigilanza governativa nei confronti della politica fiscale. Quando Roosevelt divenne presidente nel 1933 nominò Perkins segretario del lavoro, rendendola la prima donna a servire lo Stato americano in una posizione di gabinetto. La sua amministrazione in quel dipartimento durò dodici anni. Spinse per l’attuazione del salario minimo, di un un limite per l’occupazione dei bambini sotto i sedici anni e per la creazione del Corpo di conservazione civile e indennità di disoccupazione che è tuttora in vigore. Ha aiutato a redigere la Legge sulla sicurezza sociale e supervisione del Fair Labor Standards Act del 1938.

*   *   *

Quando l’attività della sua politica si spostò verso la fine degli anni ’30 dal governo ai sindacati, Perkins giocò un ruolo meno visibile. Il suo lavoro più importante fu l’istituzione del Dipartimento del lavoro, in particolare il rafforzamento del Bureau of Labor Statistics. Due mesi dopo la morte di Roosevelt, Perkins si dimise dal Consiglio dei Ministri, ma rimase nel governo degli Stati Uniti come commissario al servizio civile fino al 1953. Da allora fino alla sua morte, ha tenuto conferenze sui problemi del lavoro e dell’industria. Nel 1934 ha pubblicato People at Work  e The Roosevelt I Knew.

Federica Bellagamba

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista “Il sangue del condannato”, il nuovo libro di Federica Bellagamba.

Acquista il libro in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista il libro in formato e-book cliccando qui.

Il sangue del condannato

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*