Il G7 sferra un duro attacco alla Cina e alla Russia di Putin

Dichiarazioni molto severe sono state rilasciate, a carico della Russia e della Cina, al termine del vertice dell’ultimo G7

Duro attacco del G7 contro Russia e Cina. Nella bozza finale del vertice dei ministri degli esteri a Londra, si esprime “profonda preoccupazione per il comportamento irresponsabile e destabilizzante” di Mosca su vari fronti, dall’Ucraina ai cyber-attacchi, dalla disinformazione alla violazione dei diritti umani. Il G7, parlando dell’azione russa, cita “il grande accumulo di militari ai confini dell’Ucraina e nella Crimea annessa illegalmente, le “attività maligne volte a minare i sistemi democratici di altri paesi, la sua attività cyber dannosa e l’uso della disinformazione”. E “nota con rammarico il deterioramento delle relazioni della Russia con i paesi occidentali”, sottolineando “l’importanza di rispettare la Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche”. Viene inoltre citato  il caso Navalny e del suo avvelenamento, esortando Mosca “a indagare in modo credibile per spiegare senza ulteriori indugi l’uso di un’arma chimica sul suo suolo”. Inoltre, “restiamo preoccupati per il deterioramento della situazione dei diritti umani in Russia, e la repressione sistematica delle voci dell’opposizione, dei difensori dei diritti umani, società civile indipendente e media”.

 

 

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista il ventitreesimo numero de «Il Caffè», la nostra nuova rivista settimanale che sta rivoluzionando il mondo del giornalismo italiano con la sua innovativa struttura digitale e la sua composizione moderna che indica il futuro della stampa.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.