Il prof. Massimo Cacciari contro il coprifuoco.

Mi hanno fermato ma hanno capito l’assurdità della norma.

«Mi hanno fermato alle 22.30 mentre tornavo a casa in una strada vuota, in una città deserta» ha asserito con tono un po’ polemico, ospite a #cartabianca su Rai3, parlando delle norme, a suo parere cervellotiche, riguardanti i controlli, soprattutto quelli inerenti il coprifuoco in vigore dalle 22:00 alle 05:00.
Cacciari, come riportato da Adnkronos, ha spiegato di essere stato fermato dalla polizia verso le 22.30, quindi mezz’ora dopo l’entrata in vigore del “coprifuoco” mentre faceva ritorno alla propria abitazione, in una città deserta. «Mi hanno fatto la multa? Ma assolutamente no, sono stati gentilissimi e ragionevolissimi. Capiscono l’assurdo di fermare una persona tardi in una strada deserta».

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista il ventitreesimo numero de «Il Caffè», la nostra nuova rivista settimanale che sta rivoluzionando il mondo del giornalismo italiano con la sua innovativa struttura digitale e la sua composizione moderna che indica il futuro della stampa.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.