T.A.R.- Roberto Speranza: 2-0

Il giudice condanna Speranza: «Deve mostrare i verbali segreti»

Dopo la prima condanna inflitta dal TAR del Lazio al Ministero della Salute arriva oggi il secondo “gol” ai danni di Roberto Speranza.
Il Tribunale Amministrativo laziale ha infatti emesso la sua sentenza “in nome del popolo italiano” costringendo il dicastero a fornire i verbali della “task force anti coronavirus” fino ad oggi tenuti segreti.
Riepiloghiamo: il 22 gennaio del 2020, prima dell’inizio dell’epidemia, Speranza annuncia la creazione di una “task force” da lui presieduta e formata dai “migliori cervelli” di cui dispone il Paese.
In quella sede che nascono le prime strategie per il contenimento del virus cinese: è lì che sorge la decisione di chiedere lo stato di emergenza.
Il 27 gennaio viene ascoltato Ranieri Guerra, ex direttore aggiunto dell’Oms poi coinvolto nel dossier Zambon. Giuseppe Ippolito, direttore dello Spallanzani, suggerisce di far riferimento a quel documento aggiornandolo alle linee guida dell’OMS. Sono state aggiornate?
Il 22 dicembre del 2020, il deputato FdI Galeazzo Bignami presenta un’istanza di accesso civico per ottenere i “documenti nella disponibilità del Ministero della Salute e a qualsiasi titolo da essi redatti e detenuti inerenti lo svolgimento delle riunioni della task force” visto che il dicastero ha opposto diniego asserendo che gli incontri si fossero svolti in maniera “informale” in assenza di procedimenti o verbali veri e propri.
Per la seconda volta i Giudici  il ministro Speranza è condannato nella battaglia per la trasparenza condotta nell’interesse di tutti gli italiani. Entro 30 giorni il dicastero dovrà consegnare quanto richiesto. E così presto sapremo cosa c’è scritto davvero in quei documenti. Rimasti fino ad ora nel cassetto di Speranza.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista il ventitreesimo numero de «Il Caffè», la nostra nuova rivista settimanale che sta rivoluzionando il mondo del giornalismo italiano con la sua innovativa struttura digitale e la sua composizione moderna che indica il futuro della stampa.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.