La Sardegna con un Rt 0.74 (il migliore in Italia) resta ancora arancione.

La classificazione coi colori è inadeguata!

«La permanenza della Sardegna nella zona arancione, nonostante l’attuale quadro epidemiologico sia compatibile con la fascia di rischio più bassa, è la conferma dell’inadeguatezza dell’attuale sistema di classificazione» così il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas.
L’indice Rt pari a 0,74 registra il valore di contagio più basso tra tutte le regioni, inoltre la pressione negli ospedali continua a calare.
«Il monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, convalidato dalla Cabina di regia, – continua il governatore sardo – certifica per la Sardegna una condizione di rischio inferiore rispetto ai parametri previsti per la zona arancione. Una situazione paradossale che non abbiamo mancato di sottolineare con forza al Governo. La risposta arrivata da Roma non premia i sacrifici dei sardi, né l’impegno di tutte le forze in campo costantemente al lavoro sul fronte Covid».
Anche per l’assessore della Sanità, Mario Nieddu, «la Sardegna è penalizzata da meccanismi i cui limiti erano già noti da tempo e oggi la nostra regione ne ha avuto l’ennesima conferma. La revisione del sistema di classificazione non è più rinviabile, soprattutto in vista della stagione estiva».

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista il ventitreesimo numero de «Il Caffè», la nostra nuova rivista settimanale che sta rivoluzionando il mondo del giornalismo italiano con la sua innovativa struttura digitale e la sua composizione moderna che indica il futuro della stampa.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.