Il cerotto compie 100 anni

Un rettangolino in nostro soccorso

Dobbiamo ringraziare un impiegato della Johnson&Johnson per quel rettangolino adesivo che ci viene in soccorso (in tutti i sensi): il cerotto.
Earle Dickson, si presentò ai suoi capi con un’idea geniale che gli era venuta osservando sua moglie Josephine all’opera nella loro cucina.
Prese una striscia adesiva e vi posizionò al centro un tampone di garza, ricoperta con crinolina per mantenerla sterile e sicura.
Aveva inventato a tutti gli effetti il cerotto moderno.
L’idea conquistò il presidente James Wood Johnson che la trasformò in pochi mesi in un prodotto su larga scala, lanciato ufficialmente nei negozi cento anni fa, il 18 maggio del 1921.
La nuova medicazione incontrò rapidamente il favore della gente, diventando un oggetto irrinunciabile in qualsiasi armadietto domestico o cassetta di pronto soccorso sui luoghi di lavoro.
Per la J&J fu un successo commerciale destinato a lunga vita, per Dickson l’occasione di una promozione professionale, che lo portò alla poltrona di vicepresidente della società.
Diffuso negli USA come “Band-Aid“, assunse in Italia il nome di “cerotto“, come diminutivo della “tela cerata“, utilizzata anticamente per le medicazioni.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.