Il leghista Volpi lascia la presidenza del Copasir

Sulla presidenza del Comitato c’erano polemiche da mesi.

A capo del Copasir c’è, per prassi, sempre stato un membro dell’opposizione. Fino ad oggi, la presidenza era rimasta al leghista Volpi, suscitando l’irritazione di Fratelli d’Italia, che ne rivendicava la guida. Oggi si sono sciolti i nodi; Volpi si è dimesso e Salvini ha commentato così gli avvenimenti: “Ora attendiamo le dimissioni di tutti gli altri componenti e la nomina di un altro comitato”. Gli altri membri Dieni, Cattoi, Castiello del M5s, e Borghi del Pd hanno affermato: “Nel pieno rispetto delle prerogative istituzionali abbiamo votato la delibera adottata dall’ufficio di presidenza in ordine all’attivazione di quanto stabilito dall’art. 34 della legge 124/2007. Al tempo stesso, al fine di porre il Comitato al di fuori delle ripercussioni politiche e ripristinare quanto stabilito dal comma 3 dell’articolo 30, acquisita sul merito anche la condivisione del gruppo parlamentare di Leu, abbiamo abbandonato i lavori del Copasir al fine di contribuire alla soluzione della titolarità della Presidenza del comitato medesimo”.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.