Guerra in Israele: i lavoratori del porto di Ravenna non imbarcheranno armi

Sindacati: sciopero in caso di arrivo di una nave con materiale bellico

Cgil, Cisl e Uil hanno annunciato: “I lavoratori del porto di Ravenna si rifiuteranno di caricare armi, esplosivi o altro materiale bellico che possano alimentare il conflitto tra Israele e Hamas”. La questione è diventata centrale nelle ultime ore, quando si è venuto a sapere che nei prossimi giorni, probabilmente, una nave con materiale bellico ormeggerà nel porto romagnolo. I lavoratori si sono detti pronti a boicottare e scioperare nel caso l’arrivo diventi sicuro.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.