Giro d’Italia, Bernal domina sul Passo Giau e trionfa in maglia rosa

La 16/a tappa del Giro, tormentata da neve e pioggia, è arrivata nella splendida cornice delle dolomiti intorno a Cortina d’Ampezzo 

Egan Bernal ha vinto per distacco la 16/a tappa del 104/o Giro d’Italia, da Sacile (Pordenone) a Cortina d’Ampezzo (Belluno), frazione accorciata a 153 chilometri a causa delle cattive condizioni del tempo. Gli organizzatori, a causa delle cattive condizioni del tempo, hanno eliminato le scalate sul Passo Fedaia e del Passo Pordoi, dov’era stata posta originariamente la ‘Cima Coppi’, che venne istituita nel 1965. Il colombiano ha incrementato il proprio vantaggio nella classifica generale ed è sempre più maglia rosa. Bernal ha preceduto il francese Romain Bardet, secondo, e Damiano Caruso, terzo, entrambi a 27″. Quarto Giulio Ciccone 1’17”, seguito dal britannico Hugh John Carthy, quinto, e dal portoghese Joao Almeida, sesto. Poi, il russo Aleksandr Vlasov, a 2’10” da Bernal, mentre un Simon Yates molto provato ha tagliato il traguardo a 2’36”. Ridisegnata la classifica generale, con Caruso che adesso è secondo a 2’24” da Bernal, sempre più maglia rosa.

 

 

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.