Bari, l’ateneo riduce le tasse alle studentesse

L’Ateneo di Bari ha deciso di ridurre le tasse universitarie nei corsi in cui si trovano poche studentesse iscritte

La misura è stata introdotta per la prima volta nel nuovo regolamento tasse: “I dati ci dicono che, pur essendo le donne iscritte all’Ateneo circa il 62 per cento del totale, la percentuale si sta abbassando per alcuni corsi di laurea – spiega il rettore Stefano Bronzini- Per invertire questa rotta, l’Università di Bari ha fortemente sostenuto questa iniziativa che vuole favorire una più ampia partecipazione delle donne anche ai corsi di studio tradizionalmente “maschili”, per aprire la strada ad una sempre maggiore partecipazione delle donne in determinati ambiti di lavoro”. Queste le dichiarazioni derivanti dall’apice dell’Ateneo, riguardo una misura in grado di suscitare non poche polemiche, in questo periodo storico dominati dalle continue battaglie per la parità di genere, in ogni ambito della vita umana.

 

 

 

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.