Di Maio si scusa con l’ex sindaco di Lodi Simone Uggetti

L’ex leader del Movimento 5 Stelle si scusa per la gogna mediatica con una lettera a Il Foglio.

“Le scrivo la seguente lettera perché è giusto che in questa sede io esprima le mie scuse all’ex sindaco di Lodi e rivolga a lui e alla sua famiglia i migliori auguri per l’esito di un caso giudiziario nel quale il dottor Uggetti, con forza, tenacia e dolore è riuscito dopo anni a dimostrare la sua innocenza”. Con queste parole, Luigi Di Maio porta i suoi omaggi a Simone Uggetti, dichiarato innocente per il reato di turbativa d’asta. Si tratta di un vero e proprio scoop, poiché il Movimento 5 Stelle è nato e ha le sue fondamenta nel giustizialismo. Infatti, la posizione dei pentastellati era stata confermata da Toninelli, il quale, qualche giorno fa, ha affermato che non si scuserà con Uggetti. Insomma, l’ex leader del Movimento ripudia il suo comportamento, condannando la gogna mediatica; un altro membro del M5S, invece, la rivendica.

A dirla tutta, Di Maio ha anche ricordato che il sit-in contro Uggetti del lontano 2016 era stato organizzato non solo dai pentastellati, ma anche dalla Lega di Matteo Salvini. Come a dire: il garantismo è a intermittenza non solo in casa nostra. In ogni caso, Uggetti ha risposto così alla lettera di Di Maio: “Ho letto la dichiarazione di Di Maio nei miei confronti ma, su quanto detto, devo ragionarci bene prima di commentare”.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.