Giorgia Meloni, il libro messo a testa in giù da un prof universitario

Il docente: “Nelle librerie Feltrinelli può capitare”. Meloni: “Meno male che i cattivi seminatori di odio siamo noi di destra…”.
I volumi di “Io sono Giorgia”, il libro della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, messi a testa in giù nello scaffale dei primi in classifica di una libreria. Il riferimento a piazzale Loreto e Benito Mussolini è evidente. La foto, che ha circolato sui social, è stata pubblicata da un docente universitario (ma non si sa se sia lui o meno l’autore del gesto). Simon Levis Sullam, ricercatore in Storia Contemporanea all’Università Ca Foscari di Venezia, ha postato l’immagine insieme al commento “nelle librerie Feltrinelli può capitare”. Ma il professore non si è limitato alla descrizione. Infatti, al commento di un utente che ha scritto “cavolo… A testa in giù è proprio brutto” ha risposto “pazienza è temporaneo – solo un po’ di mal di testa!” Immediata la reazione di Giorgia Meloni che, in un post su Facebook, scrive: “Ma vi sembra normale che un docente universitario scherzi sui miei libri ribaltati per simulare il fatto che io venga appesa? Ecco a voi l’esempio di una delle tante ‘menti’ che insegnano ai giovani il rispetto, la tolleranza, la libertà di pensiero e il confronto civile. Meno male che i cattivi seminatori di odio siamo noi di destra…”.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.