In Spagna il razzismo arriva per posta

Le Poste spagnole hanno emesso dei francobolli con valore differente in base al colore

In Spagna, un’iniziativa lanciata dalle Poste nazionali ha sollevato l’ennesimo polverone antirazzista. La contestazione nasce dall’idea di mettere in circolazione una serie di quattro francobolli i cui prezzi  variano in base al loro colore, da quelli “più chiari” messi in vendita ad un valore maggiore (1,60 euro) fino a quelli di colore più scuro (0,70 euro)
L’iniziativa delle Poste Iberiche, in realtà, era nata per un intento nobile: sensibilizzare i cittadini riguardo al rischio che il razzismo venga banalizzato nelle società contemporanee. Un escamotage teso a denunciare la “dolorosa realtà del razzismo” che si può annidare dappertutto.
E

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.

ciò è avvalorato dal nome dato alla serie filatelica: “Equality Stamps“.
La data scelta per l’avvio dell’iniziativa, il 25 maggio, ovvero il primo anniversario della morte di George Floyd, ucciso dalla polizia, ha alimentato però la percezione del razzismo dell’operazione