Svolta progressista all’elezione di Miss Sudafrica.

Potranno partecipare anche candidate transessuali

Gli organizzatori del concorso di bellezza “Miss Sudafrica” hanno deciso di ammettere alla gara anche le «donne trans».
L’ex paese famoso per l’apartheid si è distinto da tempo per numerose riforme in tema di diritti Lgbt, tra cui l’approvazione della legge sul matrimonio omosessuale.
Per potere gareggiare, alle partecipanti è richiesto di aver già completato la transizione sessuale ed essere in possesso di un valido documento di identità sudafricano da cui risulti che i loro attributi sessuali sono stati modificati e sono ora femminili.
Alcuni membri della comunità Lgbt locale si sono dichiarati entusiasti di questa importante scelta ed essere «impazienti che la prima transgender al concorso Miss Universo sia stata incoronata Miss Sudafrica»

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.