Caso Zaki, ennesimo prolungamento della custodia cautelare

Lo stato di detenzione dello studente Patrick Zaki, in esito ad un’udienza tenuta nella giornata di ieri, sarà nuovamente prolungato dalle autorità egiziane 

La custodia cautelare in carcere in Egitto di Patrick Zaki è stata prolungata di 45 giorni. Lo ha riferito alle agenzie di informazione una sua legale, Hoda Nasrallah, annunciando l’esito dell’udienza svoltasi ieri e reso noto oggi dalla Procura egiziana. Altri “45 giorni, come ogni volta”, si è limitata a dire al telefono l’avvocatessa rispondendo alla domanda su quale fosse l’esito dell’udienza di ieri.  “Rinnovata la detenzione preventiva per Patrick Zaki. L’ennesimo rinnovo che non lascia spazio a dubbi, la sua detenzione è un accanimento giudiziario”. Lo scrive Amnesty Italia sul suo account Twitter. Sembra non finire mai la triste vicenda dello studente, detenuto ormai da tempo immemore dal governo egiziano, nonostante i migliaia di appelli fatti da molti Paesi. Un contributo fondamentale è quello che l’università di Bologna sta cercando di portare avanti, nella sua campagna di sensibilizzazione alla vicenda di Zaki.

 

 

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.