Fondi Lega, condannati gli ex revisori contabili: pene fino a 5 anni

La difesa: “Massimo rispetto per la sentenza e massimo dissenso dalla sentenza”.
Sono stati condannati i due ex revisori contabili della Lega in Parlamento Alberto Di Rubba a 5 anni e Andrea Manzoni a quattro anni e quattro mesi, imputati a Milano per il caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lombardia Film Commission, fondazione partecipata dalla Regione e dal Comune di Milano e parte civile nel processo, con la quale sarebbero stati drenati fondi pubblici. I due dovranno anche versare in solido un risarcimento danni di 150mila euro alla stessa fondazione. Lo ha deciso il gup Guido Salvini al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato. Disposta anche la confisca di porzioni delle due villette sul lago di Garda riconducibili agli imputati fino a circa 300 mila euro, cifra pari alla metà del loro valore di acquisto. I due immobili si trovano a Desenzano del Garda (Brescia) presso il Green Residence Sirmione ed erano già stati sequestrati dalla Finanza nel corso delle indagini. “Massimo rispetto per la sentenza e massimo dissenso dalla sentenza”. Così si è limitato a dire l’avvocato Piermaria Corso, difensore di Di Rubba e Manzoni.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.