Foggia, prende a pugni la moglie perché va a fare la spesa: i figli la difendono

Il gip del tribunale ha convalidato l’arresto dell’uomo, eseguito in flagranza di reato secondo il Codice rosso, e ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare. 
Un uomo di 33 anni è stato arrestato dai carabinieri di Foggia con l’accusa di maltrattamenti e lesioni. Ad accusarlo è stata la moglie dopo l’ennesimo pestaggio. A convincere la donna è stato uno dei suoi figlioletti: “Mamma fallo, papà fa il cattivo”. I bimbi, di 4 e 7 anni, hanno assistito all’aggressione e hanno pure tentato di fermare il padre violento. La donna è stata picchiata solo perché aveva annunciato al marito di voler andare a fare la spesa coi figli e sua madre. L’uomo le ha sferrato un pugno in bocca che le ha procurato una ferita sul labbro inferiore. Ma è solo l’ennesimo episodio di violenza dentro quell’appartamento: i pestaggi andavano avanti da oltre sette anni. Il gip del tribunale di Foggia ha convalidato l’arresto, eseguito in flagranza di reato secondo il Codice rosso, e ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.