Rachele Mussolini «Io preferisco “La canzone del Piave” a “Bella Ciao”, e voi?»

E scatta la censura tempestiva su Instagram.

«Bella ciao» continua a far discutere sui social. Il vignettista Vauro, come abbiamo già riferito, (http://www.luniversaleditore.it/2021/06/08/vauro-bella-ciao-non-solo-il-25-aprile/) preferirebbe sostituire quel canto partigiano all’inno nazionale di Mameli e, si può anche non esser d’accordo ma – giustamente –  ha espresso la sua opinione. Nulla quæstio!
Poi Rachele Mussolini, figlia di Romano Mussolini (e nipote quindi del Duce), attualmente consigliere comunale di Roma per Fratelli d’Italia, intona un paio di strofe de «La Canzone del Piave» il canto patriottico della Grande Guerra, composto da Ermete Giovanni Gaeta, aggiungendo poi «Io la preferisco a Bella Ciao, e voi?» e il video viene rimosso da Instagram tempestivamente poiché «non rispettoso degli standard della community».
È solo l’ultimo dei casi di censura arbitraria dei social che ormai sono all’ordine del giorno. Non possiamo stupirci!.
Non è escluso che qualcuno abbia scambiato «La Canzone del Piave» per qualche canto del Ventennio, abbinandolo al cognome della consigliere di FdI. E se «leggere un libro di storia è uno “sport” troppo faticoso» come ha detto il nostro condirettore Domenico Caridi, basterebbe semplicemente googlare “la Canzone del Piave” per scoprire qualcosa di questo inno patriottico.

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.