Continua il pressing: aprire palestre e ristoranti il 17 maggio

Ristoranti al chiuso e palestre aperte dal 17 maggio, eliminazione o revisione del coprifuoco
Il Presidente della Conferenza delle Regioni Fedriga continua il pressing sulle riaperture. Ai microfoni di SkyTg24 ha affermato: L’incidenza dell’epidemia si sta abbassando di molto in tutta Italia. L’Rt sembra salire ma è sempre sotto l’1, la curva è molto meno ripida, è importante tenerlo sotto l’1 significa che stanno diminuendo i contagi”.  Poi lancia un appello: “Sto facendo una battaglia per le riaperture, ma per arrivare a una condizione di sicurezza, bisogna far sì che gran parte della popolazione sia protetta coi vaccini”. In secondo luogo, Fedriga si scaglia contro l’indice Rt: “La prima cosa che deve essere superata oggi è l’Rt. Quando c’è un’incidenza bassa c’è il rischio che pochi contagi possano far schizzare l’Rt. Una cosa è passare da 2.000 a 4.000 contagi, una cosa da 4 a 18. In quest’ultimo caso l’Rt è più alto, ma la situazione è completamente differente dalla prima. Sarebbe un indicatore importante l’Rt ospedaliero: fa capire se aumentano o diminuiscono le richieste di ospedalizzazione. Non bisogna avere una visione distorta che può far danni. I parametri bisogna rivederli rispetto alla situazione contingente del Paese”. In seguito alle proteste dei proprietari di palestre e ristoranti, le regioni aumentano il pressing per l’apertura anticipata, anche perché le piscine all’aperto potranno riaprire il 15 maggio, mentre le palestre dovranno attendere l’1 giugno. L’obiettivo è il 17 maggio.
L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista il ventitreesimo numero de «Il Caffè», la nostra nuova rivista settimanale che sta rivoluzionando il mondo del giornalismo italiano con la sua innovativa struttura digitale e la sua composizione moderna che indica il futuro della stampa.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.

Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.