“MAI DIRE «ORMAI»: DOPO 12 ANNI DI BATTAGLIE LASCIO «IL GIORNALE»”

Alessandro Sallusti si accomiata dai lettori de “il Giornale”

Come già annunciato (https://www.luniversaleditore.it/2021/05/14/sallusti-si-dimette-da-il-giornale/) Alessandro Sallusti si è dimesso da «il Giornale». Andrà a dirigere il quotidiano Libero che aveva già diretto tra il 2007 e il 2008.
Come è prassi, oggi è apparso il suo editoriale di commiato dai suoi lettori. E per farlo prende spunto da un capitolo dell’ultimo romanzo di Fabio Genovesi «Il calamaro gigante» che ruota attorno al concetto che «il più grande regalo che noi possiamo fare a noi stessi, forse, è mai dire “ormai».
E cita alcuni “ormai” che avrebbe potuto dire: «Ormai sono arrivato» oppure «Ormai sono vecchio per tentare nuove avventure». O anche «“ormai” mi sono accasato nella famiglia di Paolo Berlusconi e sua figlia Alessia (suoi editori) che è una famiglia estremamente accogliente, generosa e amante delle libertà. Avrei potuto vivere di ormai…».
Poi aggiunge «(…) un giorno mi si è insidiato nella testa un altro “ormai” che ha avuto la meglio: ormai dopo dodici anni, era ora di rinunciare a tante certezze e affrontare nuove sfide, senza rancore né particolari calcoli».
«Sono stati dodici anni fantastici – conclude Sallusti – (…) nel mentre ho subito un arresto per reato d’opinione, due bypass e due stent coronarici, ho vissuto la più grave crisi dell’editoria di sempre e ovviamente un pizzico di Coronavirus».
Chiude poi con un «“Ormai” è fatta: un saluto a tutti ma soprattutto a voi lettori. Grazie»

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qu