Il G7 contro la Cina, nuova indagine sulle origini del Covid-19

Emergono le intenzioni di avviare un’indagine approfondita per determinare le vere origini del virus, sarà la Cina l’oggetto delle investigazioni

I leader del G7 chiederanno all’Oms un’indagine nuova e trasparente dell’Oms sulle origini del coronavirus. Lo si legge nella bozza del comunicato finale di cui l’agenzia Bloomberg ha preso visione. Ieri la stessa richiesta era trapelata da una bozza della dichiarazione del vertice Ue-Usa. Si tratta di un tema che sta molto a cuore all’amministrazione guidata da Joe Biden. Il G7 si impegnerà anche a distribuire nel mondo un miliardo di dosi di vaccino contro il Covid-19 nell’arco del prossimo anno. “E’ della più grande importanza sapere quali siano state le origini del Covid 19, per trarre le lezioni e sviluppare i giusti strumenti per garantire che questo non accada più. Per questo occorre che chi conduce l’inchiesta abbia pieno accesso alle informazioni e ai luoghi”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, in vista della riunione del G7, ha risposto ad una domanda. “Pensiamo che occorra piena trasparenza per trarre le giuste lezioni e per questo sosteniamo tutti gli sforzi per fare chiarezza” sulle origini del Covid 19. Il mondo ha il diritto di sapere cosa è successo”, ha detto da parte sua il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel.

 

 

 

L’Universale è un giornale gratuito. Se vuoi sostenerlo con una piccola donazione clicca qui.

Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
Acquista la rivista in formato Kindle cliccando qui.