Quattro città italiane nella Top10 delle più inquinate d’Europa: Cremona al secondo posto

Nei primi dieci posti anche Vicenza, Brescia e Pavia, mentre Sassari è ha l’aria più pulita in Italia

Cremona, Vicenza, Brescia e Pavia sono tre le 10 città europee con i più alti livelli di inquinamento da particolato sottile (Pm2.5) nel periodo 2019-2020. È quanto emerge dalla mappa interattiva creata dall’Agenzia europea dell’ambiente (Eea).
I dati raccolti in 323 città hanno rilevato che solo in 127 di queste, ovvero circa il 40%, i livelli di particolato fine erano inferiori ai limiti raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), come riporta “The Guardian”.
La città peggiore in termini di qualità dell’aria è la polacca Nowy Sacz, seguita subito dopo da Cremona.
Vicenza si è invece classificata quarta, mentre Brescia e Pavia rispettivamente al nono e decimo posto.
Il lockdown non ha migliorato di molto la situazione nelle città europee perché «ha avuto un impatto significativo sul biossido di azoto causato dal traffico, ma molto meno sul Pm2.5» come ha spiegato Catherine Ganzleben dell’Eea.
La classifica dell’Eea non porta solo brutte notizie per il nostro Paese: Sassari, per esempio, ha conquistato il 14° posto nel ranking europeo delle città con l’aria più pulita guadagnandosi il podio italiano.
Le migliori in assoluto sono Umea in Svezia, Tampere in Finlandia e Funchal in Portogallo.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
-in formato Kindle cliccando qui.