Un libro accusa Meghan di aver bullizzato la servitù.

«Non è mio compito coccolare il personale» la sua risposta

Le relazioni tra William e Harry sembravano essersi guastate dopo la decisione dei duchi di Sussex di vivere negli Stati Uniti e interrotte definitivamente con l’ormai nota intervista dei duchi del Sussex a Oprah Winfrey.
Ma per Robert Lacey (consulente storico per Netflix per la serie tv “The Crown) autore di un nuovo libro sulla “royal family” («Battle of Brothers: William and Harry the inside story of a family in tumult») di cui “the Times” sta pubblicando alcuni estratti, c’è qualche screzio precedente.
Al centro di questi dissidi alcuni comportamenti non proprio gentili di Meghan nei confronti di alcuni membri del personale che, infatti, avevano accusato di vero e proprio bullismo l’attrice americana che ha conquistato il cuore di Harry.
Infatti il personale tentava in ogni modo di evitare di servire i duchi del Sussex. Tant’è che coloro che resistettero erano chiamati scherzosamente «Il club dei sopravvissuti ai Sussex».
In particolare Jason Knauf, segretario particolare della coppia, sembra aver assistito a comportamenti inadeguati da parte della duchessa tanto da scrivere in una mail di sentirsi «molto preoccupato che possa aver bullizzato due dipendenti nel corso dell’ultimo anno».
Knauf descrive la condotta di Meghan «assolutamente inaccettabile» spiegando che «lei governa con la paura e niente è mai abbastanza per lei».
«Non è mio compito coccolare il personale» pare sia stata la risposta a chi le fece presente queste rimostranze.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.

Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.

Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui