Spirlì su Mussolini: “Condanna assoluta delle leggi razziali ma all’inizio il Duce ha fatto una rivoluzione sociale”

Il presidente della Regione Calabria, intervenuto a KlausCondicio (programma del massmediologo Klaus Davi in onda su YouTube), ha commentato il ventennio fascista.
Il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, intervenuto a KlausCondicio (programma del massmediologo Klaus Davi in onda su YouTube), ha commentato il ventennio fascista: “Condanna assoluta e totale delle leggi razziali e delle guerre coloniali, della Seconda Guerra Mondiale e di Salò ma bisogna riconoscere che il Duce è stato soprattutto all’inizio fautore di una rivoluzione sociale. Per la sua parte socialista mi piace dire che andrebbe riletto e nella rilettura dare una valutazione positiva a quello che la merita, poi c’è altro che non la merita. Una rilettura oggi si può fare”. Poi Spirlì aggiunge: “Ha creato le case popolari, le pensioni, l’assistenza all’infanzia, l’assistenza alle donne, le bonifiche, l’industrializzazione, la grande industria della cinematografia con la costruzione di Cinecittà. Insomma tante e tante cose sono state fatte in quegli anni e io non posso dimenticarlo. Perché sarebbe come dire che dalla Prima Repubblica dobbiamo cancellare tutto perché ci sono state anche le stragi”.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui