L’Uefa si scopre cerchiobottista.

Vieta l’Allianz Arena colorata e poi sceglie il logo arcobaleno (e Orban rinuncia ad assistere alla partita Germania-Ungheria

La Uefa all’indomani del divieto di proiettare sullo stadio di Monaco di Baviera i sei colori della bandiera Lgbt per esprimere solidarietà verso la comunità Lgbt ungherese, sceglie proprio il logo arcobaleno sui social.
«Per la Uefa l’arcobaleno non è un simbolo politico ma un segno del nostro fermo impegno per una società più diversa e inclusiva», spiega la Uefa dicendosi «fiera di indossare i colori dell’arcobaleno».
L’occasione era davvero ghiottissima: il match Germania-Ungheria.
Ma l’ente che organizza Euro2020 ha detto no alla richiesta del comune di Monaco di Baviera di colorare l’Allianz Arena come l’arcobaleno. Contemporaneamente il premier magiaro Viktor Orban ha già fatto sapere che dopo queste polemiche non assisterà alla partita in programma stasera a Monaco. Ma il capitano della squadra tedesca, il portiere Manuel Neuer, ha già annunciato che giocherà con al braccio la sua solita fascia con quegli stessi colori.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui