L’UE isola Orban sulla legge che tutela i minori

Budapest reagisce «Basta coi ricatti»

Viktor Orban è di nuovo nel mirino dei governi europei per la legge appena adottata nel suo Paese, che vieta ai minori l’accesso a informazioni su omosessualità e transgender. A Bruxelles molti capi di governo hanno commentato negativamente le misure del Parlamento di Budapest, manifestando tutta la loro contrarietà fino al punto di chiedere di cacciare l’Ungheria dall’Unione Europea, come ha proposto il premier olandese Mark Rutte. Cosa prevede in realtà questa famigerata norma? Proibisce la diffusione tramite strumenti di informazione accessibili ai minori, di orientamenti sessuali diversi dall’eterosessualità, vietando pubblicità commerciali che equiparino l’omosessualità all’eterosessualità. Orban ha spiegato che le leggi approvate «non riguardano l’omosessualità» ma «la difesa dei diritti dei bambini e dei genitori». Rutte ha invitato Orban ad abrogare la legge, altrimenti «dovrà andarsene dall’Ue». Il premier belga Alexander De Croo si è presentato a Bruxelles con un eloquente spilla arcobaleno al petto. Secca la replica della ministra della Giustizia magiara, Judit Varga: «La dichiarazione odierna di Mark Rutte non è che un altro episodio della serie di ricatti politici. L’Ungheria non vuole lasciare l’Ue. Al contrario, vogliamo salvarla dagli ipocriti». «Ieri ho scritto alla presidente von der Leyen per assumere iniziative sanzionatorie per staccare le risorse per i fondi europei riguardo ai Paesi che sono sottoposti a violazione dell’articolo 7. Crediamo che sia il momento per applicare la legge» ha voluto aggiungere David Sassoli.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui