Draghi pronto al taglio delle tasse

Camera e Senato sono al lavoro da oltre quattro mesi per la riforma fiscale da approvare entro il 31 luglio, secondo il calendario del Pnrr.

Il premier Draghi è pronto a compiere una riforma fiscale. Camera e Senato, che devono lavorare sulla riforma per il Recovery Fund, sono pronte a snellire il sistema fiscale italiano, considerato uno tra i più labirintici e complicati d’Europa. Dalla tassa sui funghi al tributo di discarica, passando per la tassa sulla laurea e l’imposta regionale sulla benzina. Tantissime imposte sembrano del tutto superflue, vista la rilevanza irrisoria per le casse dello Stato.Nella bozza del documento vengono citate – a titolo esemplificativo – una serie di possibili tasse da rimodulare o da eliminare del tutto. Tra queste il superbollo per le macchine più potenti, l’imposta sugli intrattenimenti e la maggiorazione del tributo comunale sui rifiuti (Tari). Nell’elenco figurano anche l’addizionale regionale sui canoni di utenza delle acque pubbliche, i diritti di licenza sulle accise, l’imposta erariale sui passeggeri degli aerotaxi e quella regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili civili. Ancora: la tassa di laurea, la tassa regionale di abilitazione agli esercizi professionali e quella pubblica di insegnamento.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
-in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui