4th OF JULY: THE INDEPENDENCE DAY

Il 4 luglio 1776 tredici colonie dell’Impero britannico abbandonano la Madrepatria e fondano il nuovo Stato Sovrano.

«Quando nel corso di eventi umani, sorge la necessità che un popolo sciolga i legami politici che lo hanno stretto a un altro popolo e assuma tra le potenze della terra lo stato di potenza separata e uguale a cui le Leggi della Natura e del Dio della Natura gli danno diritto, un conveniente riguardo alle opinioni dell’umanità richiede che quel popolo dichiari le ragioni per cui è costretto alla secessione. Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e il perseguimento della Felicità; che per garantire questi diritti sono istituiti tra gli uomini governi che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; che ogni qualvolta una qualsiasi forma di governo tende a negare questi fini, il popolo ha diritto di mutarla o abolirla e di istituire un nuovo governo fondato su tali principi e di organizzarne i poteri nella forma che sembri al popolo meglio atta a procurare la sua Sicurezza e la sua Felicità»

Questo è l’incipit della Dichiarazione di Indipendenza degli  Stati Uniti d’America, che porta la data del 4 luglio 1776. È la Festa Nazionale per eccellenza riconosciuta e condivisa in tutto quel grande Paese. Un particolare interessante è che negli USA si festeggia la proclamazione dell’Indipendenza nel 1776 e non il 9 aprile, quando, nel 1865, si  concluse,  con la resa della Confederazione, la Guerra di Secessione, l’evento da cui ri-nacque  la nazione americana. In realtà, pare che il Congresso avesse approvato il testo già nella seduta del 2 luglio, ma avesse scelto il 4 come data definitiva perché era quello il giorno in cui era stata resa pubblica. La Dichiarazione venne affidata alla cosiddetta Commissione dei Cinque, composta dai delegati designati dal Congresso: John Adams, Benjamin FranklinThomas Jefferson (in pratica l’estensore), Robert Livingston, Roger Sherman.

La Dichiarazione fu redatta su carta di canapa e sottoscritta alla Convenzione di  Philadelphia, quando 13 colonie dell’Impero britannico della Costa Est decisero di rompere con la Madrepatria e fondare un nuovo Stato sovrano.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui