L’Ue prepara una lettera di infrazione per l’Ungheria di Orban

‌La causa scatenante è la legge che vieta la promozione dell’omosessualità ai minori. Wiegand: “Non esiteremo ad agire, in qualità di guardiani dei Trattati”.
La Commissione europea lavora ad una lettera di messa in mora all’Ungheria per la legge che vieta la promozione dell’omosessualità ai minori. Le spiegazioni di Budapest a Bruxelles, non sarebbero state soddisfacenti, e salvo cambiamenti di rotta di Orban, l’apertura di una procedura di infrazione appare inevitabile. “La Commissione Ue userà tutto ciò che è in suo potere per garantire che i diritti di tutti i cittadini dell’Ue siano garantiti“, ha dichiarato il portavoce Christian Wiegand, che poi ha aggiunto: “Non esiteremo ad agire, in qualità di guardiani dei Trattati“. Sulla stessa lunghezza d’onda le parole della portavoce della Commissione europea, Dana Spinant: “Non siamo ancora nella fase in cui possiamo dire che una lettera di infrazione è stata inviata ma non resteremo a lungo senza agire. Una lettera di messa in mora richiede tempo, e faremo annunci quando sarà il momento“, ha spiegato.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui