In Bielorussia, l’ex candidato alla presidenza è stato condannato a 14 anni

Viktor Babariko è accusato di aver ricevuto una tangente e di aver riciclato fondi ottenuti illegalmente.

Viktor Babariko, ex candidato alla presidenza della Bielorussia, è stato condannato dalla Corte Suprema della sua nazione a 14 anni di carcere. Le accuse, piuttosto gravose, sono di riciclare fondi ottenuti in modo criminale e di aver ricevuto una mega tangente. Secondo l’inchiesta, il capo del partito Belgazprombank Babariko aveva “creato un gruppo organizzato tra i suoi vice” per ricevere tangenti da uomini d’affari. L’importo totale delle tangenti ammonterebbe a circa 30,5 milioni di rubli bielorussi (più di 11,5 milioni di dollari). La difesa del banchiere considera il suo caso come politicamente motivato.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui