«Montanelli era un pedofilo» non merita un parco a Milano

L’idea del “partito Gay”: «Intitoliamo a Raffaella Carrà i “giardini Montanelli” a Milano»

Il candidato sindaco di Milano per il Partito Gay, Mauro Festa, ha chiesto che il parco attualmente dedicato a Indro Montanelli venga intitolato a Raffaella Carrà. «Che il Comune dia lustro a un pedofilo è semplicemente scandaloso – ha spiegato Festa – Milano ha bisogno di simboli che richiamino valori di umanità, positività e inclusività come la Carrà».  Poi aggiunge per cercare di addolcire la pillola «Il valore di Montanelli come giornalista sarà pure indiscusso, ma i suoi valori morali non possono e non devono essere taciuti e, anzi, premiati con riconoscimenti pubblici». Già nel 2019, erano nate numerose e aspre polemiche sulla statua di Indro Montanelli, sita nel parco di Porta Venezia e ne era stata proposta la rimozione da associazioni femministe e LGBT+.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui