Mondo di mezzo, Cassazione: Alemanno assolto dall’accusa di corruzione

“Finisce un incubo durato 7 anni che poteva essere evitato”, ha commentato l’ex sindaco di Roma.
L’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato assolto in Cassazione dall’accusa di corruzione nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Mondo di mezzo. È stato disposto invece un nuovo processo d’appello per l’accusa di traffico di influenze illecite. “Questa sentenza ridimensiona una vicenda durata 7 anni. Non c’è più quel fango che mi era stato tirato addosso. Finisce un incubo durato 7 anni che poteva essere evitato“, ha commentato Alemanno. I giudici della sesta sezione penale della Suprema Corte hanno respinto le richieste avanzate dalla procura generale che chiedeva la conferma della condanna a sei anni. “Non possiamo che dirci soddisfatti dell’esito del ricorso che ha annullato tutte le ipotesi di corruzione – commentano i difensori di Alemanno, Cesare Placanica e Filippo Dinacci -. La sentenza impugnata non prendeva atto di quanto già aveva statuito sulla vicenda la Corte di Cassazione e soprattutto non considerava che il sindaco Alemanno, al di là del coinvolgimento, solo tramite Panzironi, in alcune specifiche e a nostro modo di vedere lecite vicende“.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui