Caso Saman, il fidanzato della ragazza: “Sento che è viva, me lo dicono cuore e testa”

Il giovane pensa sia stata rapita dallo zio Danish e dal cugino Nomanhullaq. “Potrebbe trovarsi in Francia o in Spagna”, spiega.
Il fidanzato di Saman Abbas, la 18enne pakistana scomparsa a Novellara (Reggio Emilia), non crede che la giovane sia morta. “Me lo dicono cuore e testa. Secondo me è viva, tenuta segregata da qualche parte dallo zio Danish e dal cugino Nomanhullaq. Che, non a caso, sono irreperibili esattamente come i genitori“, spiega al Giorno Ajub Saquib, 21 anni, pakistano punjabi, che pensa che la ragazza potrebbe trovarsi in Francia o in Spagna. “In Francia la famiglia di Saman ha dei parenti. Ricordo che suo cugino Ikram Ijyaz è stato fermato il 21 maggio dalla polizia francese a Nimes, su un pullman diretto a Barcellona. E il 10 maggio la polizia italiana fermò casualmente per un controllo suo zio Danish proprio a Imperia, mentre era con il fratellino di Saman. Probabilmente stavano andando pure loro in Francia, o in Spagna. Mi paiono indizi importanti, bisogna fare più pressione sul cugino Irfan e sul fratello di Saman. Loro sanno. Perché Saman una volta mi disse: ‘Qualsiasi cosa fanno in famiglia, tutti lo sanno, sono come una cosa sola‘”, dichiara il giovane. “La famiglia di Saman se voleva uccidere qualcuno poteva uccidere me e il problema sarebbe stato risolto. Non c’era bisogno di uccidere la loro figlia. Per questo credo che l’abbiano rapita, per farla sposare a forza“, dice Saquib a supporto della sua tesi. E, infatti, è convinto che verrà ucciso: “Il padre di Saman mi disse: ‘Scappa dove vuoi e io ti trovo e ti ammazzo‘. Sono sicuro che prima o poi lui o persone mandate da lui mi raggiungeranno e mi uccideranno, perché sanno che io combatterò sempre per Saman. E quindi o loro verranno arrestati o io morirò. Ma va bene così, faccio quello che devo fare. Per Saman, tutto“.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui