Licenziamenti Gkn, il ministro Orlando: “Modalità inaccettabili”

L’azienda, nella lettera, citava il “totale disequilibrio tra costo di produzione e valore di vendita” quale causa dei licenziamenti. I lavoratori si sono riuniti in assemblea permanente.
Il Mise si sta muovendo per verificare le condizioni in cui è avvenuto l’episodio, ma si tratta di modalità che non possono essere accettate“: così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, commenta il licenziamento via mail dei 422 dipendenti della Gkn di Campi Bisenzio, nel Fiorentino. L’azienda, nella lettera, citava il “totale disequilibrio tra costo di produzione e valore di vendita” quale causa dei licenziamenti. I lavoratori, dopo aver ricevuto venerdì la notizia del licenziamento dalla multinazionale britannica che produce componenti per l’automotive, si sono riuniti in assemblea permanente: una cinquantina di operai ha passato la notte all’interno dello stabilimento, mentre 41 sindaci della zona si sono mobilitati attivando una “staffetta” di solidarietà all’interno della fabbrica. Anche perché il licenziamento non riguarda solo i dipendenti diretti: secondo i sindacati, se la fabbrica chiude, oltre ai 422 dipendenti, resterebbero a casa anche altri 500 lavoratori dell’indotto. Politica e istituzioni locali si sono intanto schierate con i lavoratori in modo compatto. “È uno scandalo nazionale“, accusa il sindaco metropolitano di Firenze Dario Nardella, chiedendo “una nuova legislazione che ci consenta di intervenire a livello continentale per fermare questo modo selvaggio di fare economia“. E per il presidente della Toscana Eugenio Gianiquanto accaduto è inaccettabile e di gravità inaudita“: il governo “deve intervenire, questo è un caso nazionale“. Sulla falsa riga il pensiero del segretario del Pd Enrico Letta: “La vicenda della Gkn è inaccettabile. L’intero sistema Paese, governo, Confindustria, imprese, deve rendersi conto che se questo è l’andazzo del dopo 30 giugno, allora va cambiata la norma sui licenziamenti“.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui