Senato, parte lo scontro sul ddl Zan: maggioranza divisa. Renzi: “No a ritorno in Commissione”

Marcucci: “Se diciamo ‘o legge o morte’, la morte è assicurata. C’è tempo per arrivare a un compromesso”. Lega: “Si torni in Commissione”.

Si apre una settimana decisiva per il ddl Zan, che approda in aula al Senato dopo il via libera ricevuto alla Camera. Ma il destino del provvedimento resta incerto: la maggioranza continua infatti a essere divisa, con Leu, M5s e gran parte del Pd vogliono l’approvazione definitiva senza modifiche, mentre la Lega intende “bloccare o quanto meno modificare” il testo. E Italia Viva ha già annunciato la presentazione di emendamenti. Tuttavia Matteo Renzi assicura: “Con un accordo, la legge Zan verrebbe approvata in Senato in due giorni“. E poi aggiunge: “Vogliamo portarla a casa o vogliamo fare una battaglia di principio? Dico alla Lega di non fare passi indietro per riportare la legge in Commissione, ma anche alla sinistra di non rincorrere le bandierine perché se poi si va sotto sapete di chi è la colpa“. Andrea Marcucci, ex capogruppo dem al Senato, aveva dichiarato: “Se diciamo ‘o legge o morte’, la morte è assicurata. C’è tempo per arrivare a un compromesso“. Chiaro l’obiettivo della Lega, ossia riportare il ddl in Commissione. Ma c’è un altro aspetto da tenere in considerazione: quello relativo ai numeri che appaiono risicati. Occhi puntati sui franchi tiratori, coloro che approfittando del voto a scrutinio segreto potrebbero non seguire le indicazioni di partito: se ne contano sei o sette nel Pd e altrettanti tra le file dei pentastellati.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui