Quando il politically correct “vola” molto basso.

Il saluto a bordo deve essere neutrale e arrivare a tutti.

Lufthansa ha deciso di archiviare il saluto di benvenuto classico rivolto ai passeggeri seduti in cabina in attesa del decollo. «Sehr geehrte Damen und Herren», l’equivalente italiano di «gentili signore e signori» lascerà il passo a formule più inclusive. Anche la versione inglese «ladies and gentlemen» andrà ovviamente messa da parte. Questa svolta della compagnia di bandiera tedesca è stata resa nota oggi in prima pagina dalla Bild. E il veto varrà anche per le altre linee aeree collegate alla Lufthansa,  cioè Austrian, Eurowings, Swiss e Brussels Airlines. «Per noi è importante tenere in considerazione tutti al momento del saluto», ha confermato un portavoce della compagnia aerea. Fra le formule in lizza per questa nuova stagione ci saranno “buongiorno“, “buonasera” o semplicemente “benvenuti a bordo“. Il capo cabina deciderà di volta in volta. Ma la scelta non stupisce. La Germania dibatte da un paio di anni sulla cosiddetta Gendersternchen, l’asterisco che si usa come desinenza comune fra i generi diventando abitudine sempre più diffusa, anche se non ancora accolta nel sistema di scrittura ufficiale, che nel parlato si tradurrà in una pausa fonetica pronunciata fra la desinenza del genere maschile e femminile. Ad aprile scorso è esploso il caso di uno studente che aveva preso un brutto voto all’università di Kassel per non averla utilizzata. C’è chi come Armin Laschet, candidato cancelliere dei conservatori, ha respinto invece questa opzione linguistica, che molti vedono come uno sfregio alla bellezza del tedesco: «Pronunciare l’asterisco non è congeniale al mio stile linguistico» ha replicato alle giornaliste del settimanale femminile “Brigitte”.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui