Invasione di campo del politicamente corretto in spiaggia?

La squadra norvegese di “beach handball” dichiara guerra al “bikini sessista”

In base al regolamento della Federazione Internazionale di Pallamano da spiaggia le atlete durante la gara devono indossare “slip + bikini” che garantiscono una vestibilità aderente, mentre le controparti maschili possono indossare i pantaloncini. Tutto questo, secondo le atlete norvegesi, rappresenterebbe una discriminazione «misogina e arcaica, volta all'”ipersessualizzazione” delle atlete donne». Al quanto riferisce la Msnbc la squadra è stata multata di 1.765 $ (circa 1.500 €) per aver indossato pantaloncini di spandex invece dei tradizionali slip e bikini durante la partite valevole per il terzo posto contro la Spagna nei Campionati Europei di Beach Handball che si svolgono a Varna, in Bulgaria. «Cambiamenti comportamentali sono necessari con una certa urgenza nell’universo dello sport, conservatore e maschilista» ha reagito veementemente il ministro della Cultura, Abid Raja su Twitter. «Una visione così “machista” della donna appartiene ad un’altra epoca» ha denunciato un giornale regionale norvegese. Si tratta di mero comfort oppure la ragione di questa battaglia va inserita nell’ambito della discussione ideologica sull’identità di genere? C’è davvero qualcosa di male o di offensivo in un bikini in spiaggia oppure si tratta di una crociata che strizza l’occhio al politicamente corretto? Per paradosso negli anni ’50 e ’60 le donne indossavano le minigonne con fierezza per sfidare i dogmi perbenisti della società dell’epoca, oggi invece accade il contrario, supini al politicamente corretto

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui

.