Quando l’ideologia prevale sullo spirito sportivo.

Pierre de Frédy, barone di Coubertin, non ha messo il “like” a questo post

La storia si ripete per il judoka algerino Fethi Nourine: il sorteggio l’ha messo di nuovo sulla strada di un atleta israeliano e, anche stavolta, nella competizione più importante, si è ritirato. In concorso nella categoria 73 kg. , Nourine avrebbe dovuto affrontare al primo turno il sudanese Mohamed Abdalrasool per poi combattere nel turno successivo con l’israeliano Tohar Butbul . «Abbiamo lavorato duramente per qualificarci per i Giochi, ma la causa palestinese è più grande di tutto questo» ha spiegato ad una tv algerina. «Il sorteggio ci ha assegnato un avversario israeliano ed è per questo che ci siamo dovuti ritirare. Abbiamo preso la decisione giusta» ha dichiarato Amar ben Yaklif, allenatore di Nourine. Ad aprile scorso la federazione internazionale di judo ha squalificato per 4 anni la federazione iraniana per le pressioni di Teheran che chiedeva agli atleti di non incrociare mai avversari israeliani. Ai Mondiali di Tokyo 2019, Saeid Mollaei lasciò la squadra iraniana dopo aver rivelato che gli era stato ordinato di perdere i matches o di ritirarsi dalle competizioni per evitare di affrontare israeliani.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui