Abruzzo in fiamme: coinvolta anche la pineta dannunziana

La regione ha chiesto aiuto a Roma.

Scene drammatiche in Abruzzo: la popolazione sta vivendo un vero e proprio incubo a causa dei forti incendi. La città più interessata è Pescara, dove la vicina pineta dannunziana è in mano alle fiamme. La zona balneare limitrofa è stata coinvolta a causa del forte vento, che ha alimentato il fuoco e messo al rogo le palme, costringendo i bagnanti e i turisti a fuggire. Un altro incendio sta colpendo la zona di Farindola (Pescara), dove diversi commensali seduti in un ristorante sono dovuti scappare. Oltre a queste zone, il dramma riguarda tutta la provincia, tant’è che i Vigili del Fuoco, nonostante le richieste di aiuto e di supporto, faticano a gestire le tante richieste di intervento: i centralini sono letteralmente in tilt. Sulla Costa dei Trabocchi, alcune fiamme stanno lambendo un cimitero e un canile, dove i cani dovranno essere evacuati e portati in salvo. Nel teremano, in particolare ad Altavilla, una squadra di Vigili del Fuoco sta intervenendo per un incendio nel bosco, dopo aver evacuato repentinamente la zona. Nel frattempo, il presidente della regione Abruzzo Marsilio non ha dubbi: “Abbiamo avuto come dire un attacco sistematico con decine di focolai in tre province. Ovviamente non è per niente casuale ed è inutile pensare che si tratti solo di casualità di natura. Quando accade questo nei giorni di maggior caldo e vento e in maniera così sistematica e scientifica in punti di difficile accesso con difficoltà per spegnere è chiaro che c’è quasi sempre la mano dell’uomo dietro e spero che le indagini e la magistratura e gli inquirenti facciano uno sforzo importante per assicurare alla giustizia questi delinquenti che mettono a rischio vite umane oltre a distruggere un patrimonio ambientale preziosissimo. A Pescara è stata aggredita la Pineta Dannunziana e una delle nostre principali e pressione zone paesaggistiche. Ma non solo a Pescara danni visto che il sindaco ci ha detto che ci sono 50 persone da sistemare. Stato di calamità? Vedremo. Ora pensiamo a spegnere gli incendi”. Dopo Catania, l’emergenza fiamme sta interessando tutta Italia, tanto che la Protezione Civile ha chiesto l’immediato intervento dell’Unione Europea.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui.