Pescara, coppia di turisti accende un fuocherello per farsi un selfie nella Pineta Dannunziana

Lo ha raccontato il consigliere comunale di Pescara, Berardino Fiorilli. “Era solo un piccolo focolaio e che lo avrebbero comunque spento dopo lo scatto migliore”, si è giustificata la coppia.

Hanno acceso un fuoco nella Pineta Dannunziana, a Pescara, nell’area di riserva integrale devastata dagli incendi, per farsi un selfie. Lo ha raccontato il consigliere comunale di Pescara, Berardino Fiorilli che, in un sopralluogo nella Pineta del capoluogo adriatico, ancora avvolta dal fumo e distrutta per un quarto della sua superficie, è stato raggiunto da una persona che gli ha segnalato l’incredibile episodio. “Una coppia di individui, che aveva impellenza di farsi un selfie sul luogo del disastro, non trovando focolai accesi (per fortuna) ha ben pensato di accenderne uno piccolino per poter rendere la propria foto più interessante, ha raccontato Fiorilli. La coppia si sarebbe giustificata dicendo che ‘era solo un piccolo focolaio e che lo avrebbero comunque spento dopo lo scatto migliore. Naturalmente abbiamo immediatamente allertato la polizia municipale’. Siamo rimasti tutti attoniti e senza parole“, ha aggiunto Fiorilli. Il consigliere ha poi concluso con un’amara riflessione: “Forse non dovrei nemmeno stupirmi troppo, considerando che episodi simili e forse anche più gravi accadono in occasioni di tragedie umane dove chi potrebbe salvare vite è invece preso dal (vano) tentativo di immortalare la morte“.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui