«Ora capisci come sta una donna» La De Gregorio scatenata contro Parenzo

I conduttori di “In Onda” (La7)  parlano della Serie A femminile, ma De Gregorio spinge sulla retorica di genere.

La Serie A femminile, su La7, è iniziata con un autogol messo a segno a “In Onda” da Concita De Gregorio. Il programma TV ha dato spazio all’esclusiva che l’editore dell’emittente, Urbano Cairo, avrà per le prossime due stagioni sulla trasmissione del Campionato di calcio della massima divisione femminile. Peccato però che la trasmissione sia stata ricondotta ad una noiosa questione di genere. Per sottolineare la netta preponderanza di ospiti femminili in studio e in collegamento, Concita De Gregorio ha voluto tirare il calcio d’inizio. «Abbiamo fatto un po’ di fatica a tenere buono David Parenzo in questo contesto e gli abbiamo detto: “Tu comportati come se fosse una situazione normale”» mentre il collega abbassava lo sguardo, divertito e un po’ spiazzato allo stesso tempo. «Ogni cosa che dirò sarà molto pericolosa» ha ironizzato Parenzo, senza però che Concita raccogliesse del tutto la battuta che – riportando nuovamente il tutto ad una questione di genere – ha ribattuto: «Adesso ti senti come si sente normalmente una donna in un dibattito con sei uomini». Nel frattempo, l’argomento principale della conversazione – la Serie A femminile, per l’appunto – sembrava quasi passato in secondo piano, tra frecciatine e allusioni un po’ retoriche. Ma non è il primo autogol della De Gregorio: sempre nel programma di La7, era incappata in una simile gaffe durante l’intervista a Katia Serra, commentatrice Rai degli Europei di calcio, volendo calcare la mano sulla discriminazione di genere. Invece in diretta, l’ex calciatrice aveva smentito la giornalista spiegando di non essersi mai sentita discriminata durante la telecronaca.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.
Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui.