Profugo ruandese uccide un prete in Francia.

Nel 2020 fu accusato del rogo alla cattedrale di Nantes.

Il corpo senza vita di un religioso, padre Olivier Maire, 60 anni, provinciale superiore dei , è stato scoperto giorni fa a Saint-Laurent-sur-Sèvre, in Vandea, nell’ovest della Francia. Lo comunicano la diocesi e la gendarmeria di Mortagne-sur-Sèvre, citati dai media locali. Il corpo è stato ritrovato su segnalazione di un uomo si è presentato alla gendarmeria autoaccusandosi del delitto. L’assassino è lo stesso che il 26 luglio del 2020, fu ritenuto responsabile del rogo della Cattedrale di Nantes risalente al XV secolo. «Aveva chiesto lo status di rifugiato, ma aveva dei problemi psichici e aveva cercato di regolarizzare la sua situazione sulla base di questi problemi» aveva spiegato all’epoca il procuratore di Nantes. La domanda era stata respinta e dal 2019 aveva ricevuto l’ordine di espulsione, ordine che era stato sospeso dopo l’incendio perché sotto sorveglianza giudiziaria. «In Francia si può essere clandestino, incendiare la cattedrale di Nantes, non essere mai espulso, ed essere recidivo con l’assassinio di un prete». Così Marine Le Pen, leader di Rassemblement National commenta la notizia su Twitter «Quello che succede nel nostro Paese è di una gravità senza precedenti: è il fallimento completo dello Stato e di Darmanin», conclude la riferendosi al ministro dell’Interno. Dopo poco è arrivata anche la risposta del ministro dell’Interno francese, Gérald Darmanin «nonostante il suo arresto non poteva essere espulso, fino a quando era sotto sorveglianza giudiziaria».  Il profugo, 40 anni, ruandese di religione cattolica, era tornato nella comunità di Mortagne-sur-Sèvre, in Vandea, dove era stato accolto prima dell’incendio lo scorso luglio della cattedrale di Nantes. La pista che stanno privilegiando gli inquirenti al momento è quella dei disturbi psichiatrici.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui