Camilla Canepa, l’autopsia conferma: “Trombosi legata alla vaccinazione”

La 18enne ligure soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale.

Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante (Genova) morta lo scorso 10 giugno dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, è deceduta per un’emorragia cerebrale collegata alla trombosi post-vaccino. Lo ha accertato l’autopsia, accreditando dunque il nesso tra il siero e il tragico episodio. Ciò che bisogna capire adesso è se la giovane poteva rientrare tra i soggetti ultrafragili per i quali andava esclusa la vaccinazione. Ambienti investigativi confermano che “il reato di omicidio colposo è al momento a carico di ignoti“. Tuttavia “non è escluso che qualche nome possa essere iscritto al registro degli indagati in tempi non troppo lunghi“. Bisogna comunque ricordare che Camilla soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui