Saviano demonizza il concetto di famiglia e il web insorge

Meloni: “Il caldo gli avrà dato alla testa”. Salvini: “Colpa della famiglia se c’è la mafia? Parole incredibili”. 

Roberto Saviano vuole combattere la mafia abolendo l’istituzione della famiglia. Lo ha scritto nel suo ritratto di Maria Licciardi, la capomafia che ha ispirato il personaggio di Scianel della serie Gomorra. “Se non esistesse il concetto di famiglia non esisterebbero le organizzazioni criminali“, scrive Saviano. E rincara la dose: “Quando mi chiedono quando finiranno le mafie rispondo quando finiranno le famiglie. Quando l’umanità troverà nuove forme d’organizzazione sociale, nuovi patti d’affetto, nuove dinamiche in cui crescere vite“. Parole, quelle di Saviano, che non sono affatto piaciute al popolo del web, che lo ha travolto di una valanga di critiche. “Ha preso un colpo di sole“, scrive un utente. “È insopportabile“, sbotta un altro. “Ma perché parli sempre. Tieni la bocca chiusa, che è meglio“. E ancora, “da tempo è un continuo delirio“. Sulla vicenda sono intervenuti anche Giorgia Meloni e Matteo Salvini. “A qualcuno il caldo di questi giorni ha dato alla testa“, ha scritto la leader di Fratelli d’Italia su Facebook. “Ho letto dichiarazioni incredibili di tal Saviano, che dice che se c’è la mafia è colpa della famiglia, come se il problema fossero la mamma, il papà, i nonni, i nipoti. Saviano evidentemente ha dei problemi di caldo. Io dico viva la mamma, il papà, i nonni, viva la famiglia. Io dico viva la mamma, il papà, i nonni, viva la famiglia“, ha scritto invece il leader della Lega.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Numero Ventisei Diciassette Luglio 2021 «Il Caffè» TE A MARAT. DAVID"

Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui