Addio a Gino Strada, fondatore di Emergency.

Si trovava in Normandia, aveva 73 anni.

«Nessuno se l’aspettava. Siamo frastornati e addolorati. È una perdita enorme per il mondo intero. Ha fatto di tutto per rendere migliore il mondo. Ci mancherà tantissimo» ha dichiarato all’Adnkronos la presidente di Emergency, Rossella Miccio. Ancora incerte le cause del decesso ma pare che da tempo Strada soffrisse di problemi cardiaci. Nel 1994 aveva fondato Emergency insieme alla moglie Teresa Sarti Fonti vicine alla famiglia hanno spiegato all’agenzia Agi che al momento della morte il medico si trovava in Normandia. La figlia Cecilia ha postato su Facebook questo messaggio «Amici, come avrete visto il mio papà non c’è più. Sono in mezzo al mare e abbiamo appena fatto un salvataggio e non posso rispondere quindi ai vostri tanti messaggi che vedo arrivare. Non ero quindi con lui, ma di tutti i posti dove avrei potuto essere…beh, ero qui con la “ResQ People saving people” a salvare vite”. Nato nel 1948 a Sesto San Giovanni (Milano) Luigi Strada si laureò in Medicina alla Statale di Milano e poi si specializzò in Chirurgia d’emergenza. Nel 1988 si unisce alla Croce Rossa per fornire assistenza ai feriti in zone di guerra come Pakistan, Etiopia, Thailandia, Afghanistan, Perù, Gibuti, Somalia, Bosnia. Strada decide di creare con la moglie Teresa Sarti e gli amici Carlo Garbagnati e Giulio Cristoffanini una Ong tutta sua e nel 1994 fonda Emergency per fornire assistenza e cure a tutte le popolazioni colpite dai conflitti ma anche di combattere fame e povertà. Sempre critico sul dossier sanitario, ha battuto soprattutto sul tasto dell’accoglienza e della gestione dei flussi migratori, in particolare dando appoggio alle ONG che operano nel Mar Mediterraneo nel soccorso dei migranti.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».
– in formato cartaceo cliccando qui.
– in formato Kindle cliccando qui.
Rimani informato sulle nostre dirette e i nostri video.
Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui