Nuova puntata della telenovela di Ferragosto.

Ultimo e Vittorio Sgarbi a favore di Salmo

A Fedez e Alessandra Amoroso, spetta la palma per essere stati i primi ad aver criticato il rapper sardo bollando come “irresponsabile” la scelta del concerto dove si sono accalcate migliaia di persone. Poi erano arrivati i commenti anche da Fiorella Mannoia, Ermal Meta, Emma Marrone e Fabio Volo. Poi anche Samuele Bersani aveva voluto replicare – sebbene indirettamente – alle parole di Salmo stigmatizzando la frase «non definitevi artisti se poi non avete le palle di infrangere le regole» . Il principe dei cantautori, Francesco de Gregori, era intervenuto per spezzare una lancia a favore di Salmo. E ora arriva anche Ultimo che su Instagram scrive «Il problema dei concerti è che nessuno si prende la responsabilità di decidere cosa fare e come farlo. Ci sono concerti che non sembrano concerti, serate in discoteca che sembrano concerti, assembramenti concessi e assembramenti vietati – spiega Ultimo che continua «Siamo fermi da 2 anni e abbiamo la necessità di tornare a fare il nostro mestiere, come sta succedendo in altri paesi del mondo. Io non sono un tecnico, ma se abbiamo introdotto il green pass, proviamo a tornare tramite questo strumento: con responsabilità e civiltà reciproca. Perché oltre il green pass sinceramente non so cosa altro possa esserci, se anche con questo strumento continuiamo a limitare le capienze per me è sbagliato». Infine aggiunge «Anche “non vivere” è una malattia. Torniamo a vivere». Ultimo (non il cantautore ma il ordine di tempo) Vittorio Sgarbi che difende Salmo e si scaglia contro Fedez ed Ermal Meta. Il critico d’arte sbeffeggia l’influencer definedolo come “testa di Fedez” e fa l’esempio del concerto tenuto da Shiva a Riccione presso il locale Peter Pan, con le stesse modalità dell’evento di Olbia tenuto da Salmo. Sgarbi cita la lettera allo Stato letta da Salmo prima del concerto, nella quale ricordava che il centro di Olbia «è sempre affollato» esattamente come Riccione. «Chiaro Fedez? Fasullo, bugiardo, ipocrita!», tuona il critico d’arte. Poi riserva qualche fendente a Ermal Meta che aveva criticato la frase di Salmo ormai famosa dell’artista “che non rispetta le regole”. Sgarbi gli consiglia di tornare in Albania per vedere come sono le regole. «Improvvisamente è diventato italiano e dice che rispetta le regole. Le regole messe da chi? Da quali teste di ca**o?».

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

  • Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
  • Per ricevere gratuitamente il pdf della rivista abbonati al nostro canale Twitch. E, se sei abbonato ad Amazon Prime, l’abbonamento al nostro canale è gratuito.
  • Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla
  •  Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui