ACCADDE OGGI – Nasceva Coco Chanel: il genio assoluto della moda

È stata la stilista più rivoluzionaria del ‘900: dal tubino nero al tailleur in maglia.

Il 19 agosto 1883 a Saumur, Jeanne DeVolle diede alla luce, Gabrielle Bonheur Chanel che, un giorno, tutto il mondo chiamerà col nome di Coco Chanel. Prima la prematura morte della madre poi l’abbandono da parte del padre Henri-Albert Chasnel, che faceva il venditore ambulante. Seguirono gli anni in affidamento alle suore del Sacro Cuore, a Aubazine. Circondata da donne vestite solo di abiti austeri, rigorosamente bianchi e neri e dall’architettura rigorosa dell’abbazia, Gabrielle inizia a diventare Chanel: l’antitesi dei colori opposti e la severità delle linee saranno, un domani, la caratteristica distintiva della sua moda.  Compiuti i 18 anni, Gabrielle si divide tra il lavoro di commessa nella bottega Maison Grampayre a Moulins e cantante in un caffè dove spesso intona la canzone «Qui qu’a vu Coco?» e, secondo la leggenda, è proprio da questo momento che tutti iniziano a soprannominarla Coco. Coco è bravissima a creare cappelli. Le sue creazioni, richiestissime la spingono a trasferirsi a Parigi nel 1908 e, poi, a Deauville dove, nel ’14, apre i suoi primi negozi, seguiti nel ’16 da un salone di alta moda a Biarritz. Chanel, sempre controcorrente, sempre rivoluzionaria, inizia a proporre modelli sportivi, dalle linee semplici e morbide, al di là di ogni costrizione e in linea con la nuova tendenza salutista d’inizio secolo. Il trittico gonna, pullover e cardigan diventa, così, il primo modello distintivo della moda Chanel, realizzato soprattutto in “non colori” come il grigio, il beige e il blu scuro oltre a, ovviamente, il binomio bianco e nero, carissimo al suo stile. Nel 1920 apre la sua prima boutique a Parigi al 31, Rue de Cambon. E, da questo momento, la strada è in discesa perché il successo è definitivamente arrivato. Crea il suo primo e più celebre profumo, lo Chanel N.5, una fragranza senza tempo che, ancora oggi, è considerata una delle migliori mai concepite. A metà degli anni ’20 crea il tubino nero dalla linee più semplici possibili capace di rendere ogni donna uguale alle altre, seppur con immenso stile. Ci lascia una massima ancora adesso scolpita nel mondo della moda:  «la moda passa, lo stile resta».

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

  • Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
  • Per ricevere gratuitamente il pdf della rivista abbonati al nostro canale Twitch. E, se sei abbonato ad Amazon Prime, l’abbonamento al nostro canale è gratuito.
  • Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla
  •  Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui