Covid, firmata l’ordinanza: Sicilia in zona gialla da lunedì

“La priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione”, ha spiegato il ministro Speranza. Il governatore Musumeci: “Una decisione che non coglie di sorpresa nessuno, è il risultato di un’Isola che negli ultimi mesi è stata metà di milioni di turisti”.

La Sicilia ritorna in zona gialla da lunedì 30 agosto. Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza spiegando di aver firmato l’ordinanza per il cambio di colore. “È la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare a investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi“, ha spiegato Speranza. Da lunedì dunque torneranno le restrizioni anti-Covid anche se i divieti saranno limitati all’uso della mascherina anche all’aperto e al tetto dei 4 commensali al tavolo dei ristoranti. Non ci sarà coprifuoco, cinema, teatri, musei, e sale da concerto resteranno aperti con gli attuali obblighi di sicurezza. La zona gialla in Sicilia, “decisa dal ministro per la Salute che ho sentito poco fa al telefono, non coglie di sorpresa alcuno. È il risultato di un’Isola che negli ultimi mesi da un lato ha subìto la intensa propaganda contro il vaccino, dall’altro lato è stata meta di milioni di turisti. Per la fortuna dei nostri operatori, aggiungo, non cambia molto col giallo, ma deve suonare come una campanella forte“. Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. “Mi aspetto che i siciliani non vaccinati sentano la priorità di dare corso a questo dovere civico – prosegue Musumeci -. Cos’altro deve accadere perché si convincano? Se nella terapia intensiva dei nostri ospedali vanno quasi tutti i non vaccinati, si vuole finalmente prendere contezza della necessità di proteggersi? La mia ordinanza sulla vaccinazione in 55 Comuni più esposti è operativa. Valuterò domani se estenderla a tutti i centri sotto i parametri di immunizzazione, a prescindere dalla diffusione del contagio. Non si può subire ancora l’egoismo di una minoranza e l’ipocrisia di qualche politico alla ricerca di facile consenso. Dobbiamo tutti e presto tornare alla vita normale“.

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

  • Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
  • Per ricevere gratuitamente il pdf della rivista abbonati al nostro canale Twitch. E, se sei abbonato ad Amazon Prime, l’abbonamento al nostro canale è gratuito.
  • Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione .pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
  • Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui