Sgarbi fa l’esame a Benigni: «Scopiazzi sempre, caro Pinocchio»

Sotto esame del critico d’arte la dedica d’amore alla moglie Nicoletta Braschi. Oltre a Jorge Luis Borges l’attore toscano ha “scopiazzato” anche Nabokov.

Le bugie hanno le gambe corte e non sfuggono a Vittorio Sgarbi soprattutto se si tratta di cultura. La straziante dichiarazione d’amore fatta da Roberto Benigni alla moglie Nicoletta Braschi, subito dopo aver ricevuto il Leone d’oro alla carriera alla LXXVII edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica  di Venezia hanno incantato il pubblico ma non il critico d’arte che rivela che alcune frasi utilizzate dall’attore toscano per elogiare e ringraziare la storica compagna nel suo discorso apparentemente “a braccio” non sono tutte farina del suo sacco… «Stare con te o stare senza di te è l’unico modo che ho per misurare il tempo», ha detto Roberto Benigni nel ringraziare la moglie per il supporto e la dedizione lunga tre decenni. Parole d’amore che hanno strappato più di un applauso e fatto scendere lacrime in platea. A spegnere l’entusiasmo attorno al discorso di Roberto Benigni arriva subito Sgarbi sempre pronto a fare il professore.  Quella frase pare sia uscita dalla penna del poeta argentino Jorge Luis Borges. «Ma se non citi la fonte (Jorge Luis Borges) e fai il “fenomeno”, è plagio?» twitta Sgarbi. E non finisce qui. Vittorio Sgarbi su Facebook lancia una nuova stoccata al comico toscano. «Non c’è che dire: Benigni è stato e continua ad essere un grande “Pinocchio”». A quanto pare, infatti, Benigni ha fatto sua (senza rivelarlo) anche una frase dello scrittore russo Vladimir Nabokov. Sgarbi rilancia «”Amore a prima vista, a ultima vista, a eterna vista” è la dichiarazione d’amore che Vladimir Nabokov fa fare dal professor Humbert alla sua Lolita». Però in questo caso Sgarbi cita la sua fonte: un tweet del giornalista Giuseppe Brindisi (“Zona Bianca”, Rete4). Citare una fonte non è un obbligo ma è buona educazione. Lo ha detto lo stesso Sgarbi all’Adnkronos. Con Groucho Marx e Dante, Roberto Benigni non ha fatto fatica a menzionarli nel suo discorso, ma per gli altri due scrittori c’è voluto l’intervento di Vittorio Sgarbi. «E non è la prima volta che Benigni parla con frasi non sue», ha rincarato la dose di critiche un utente su Twitter e sui social le battute si sono sprecate con tanto di citazioni di poeti italiani e stranieri, che l’attore toscano avrebbe idealmente fatto sue nel discorso di ringraziamento…

Acquista l’ultimo numero de «Il Caffè».

  • Acquista la rivista in formato cartaceo cliccando qui.
  • Per ricevere gratuitamente il pdf della rivista abbonati al nostro canale Twitch. E, se sei abbonato ad Amazon Prime, l’abbonamento al nostro canale è gratuito.
  • Iscriviti al nostro canale Twitch e se sei abbonato ad Amazon Prime puoi abbonarti gratuitamente al canale e supportarlo. Inoltre, grazie al tuo abbonamento mensile hai il diritto di ricevere gratuitamente la versione .pdf della rivista. Contattaci sulla nostra pagina Facebook per riceverla.
  • Iscriviti al nostro canale You Tube cliccando qui